Loadingcollect! ☆

Tentativo di accesso abusivo al sistema informaticoSynopsis

Il lavoratore dipendente licenziato che clandestinamente si introduce nei locali aziendali e compie atti idonei e diretti in modo inequivoco all'utilizzo un computer di un'addetta alla gestione dei dati risponde di tentato accesso abusivo a un sistema informatico e tentata rivelazione di segreti commerciali. Tuttavia, non è punibile il comportamento del soggetto che si limiti a guardare un monitor su cui è presente una videata di una banca dati aziendale non protetta da password.
Loadingcollect! ☆

Zoombombing e diffamazioneSynopsis

Il giornalista che rivolge al relatore di una videoconferenza su Zoom espressioni lesive dell'onore e della reputazione del medesimo è obbligato al risarcimento del danno non patrimoniale derivante da illecito civile ex art. 4, comma 1, lett. a), D.Lgs. n. 7/2016, aggravato dalla commissione del fatto in presenza di più persone. Tuttavia, non costituisce illecito contro l'onore o la reputazione l'utilizzo di espressioni quali "ottuso" o "non rompere le scatole", se pronunciate in un contesto, come quello di una videoconferenza sulla piattaforma Zoom, nel quale si stia esercitando il proprio diritto di critica.
Loadingcollect! ☆

Appello incidentale telematico e valore probatorio dell’e-mailSynopsis

Nell’appello incidentale se il termine c.d. “a ritroso” di cui all’art. 343 c.p.c. cade in un giorno festivo la scadenza non viene anticipata al primo giorno precedente non festivo, non essendo l’art. 155 comma 4 e 5 c.p.c. applicabile anche ai termini a ritroso, qualora il deposito debba avvenire in forma telematica. L'e mail con firma elettronica semplice è piena prova dei fatti e delle cose rappresentate, se colui contro il quale sono prodotte non ne disconosce la conformità ai fatti o alle cose medesime (art. 2712 c.c.), come può avvenire nel giudizio di opposizione a decreto ingiuntivo.
Loadingcollect! ☆

Autocalunnia e diffamazione a mezzo blogSynopsis

Il reato di autocalunnia non sussiste quando l'agente incolpa se stesso di un messaggio pubblicato su blog che non costituisce diffamazione, in quanto espressione del diritto di critica.
Loadingcollect! ☆

Diritto all’oblio e forum telematicoSynopsis

Il diritto all'oblio comprende la rimozione del proprio account in un forum telematico e l’integrale cancellazione di tutti i messaggi ad esso connessi.
Loadingcollect! ☆

Abusivo ingresso nel sistema informatico e violazione di e-mailSynopsis

Il datore di lavoro che accede alla posta elettronica del dipendente, leggendo altresì dei messaggi personalmente diretti al proprio dipendente, si rende responsabile dei delitti di cui agli articoli 615 ter e 616 c.p. Tuttavia, tale responsabilità non sussiste ove il datore di lavoro sia stato preventivamente autorizzato all'esercizio del controllo difensivo della reputazione aziendale e sia legittimamente in possesso delle credenziali.
Loadingcollect! ☆

Inadempimento dello studio legale associato per uso di sistema di intelligenza artificialeSynopsis

Il professionista legale che svolge il proprio incarico di consulenza o di assistenza avvalendosi di un sistema evoluto di intelligenza artificiale basato su algoritmi di autoapprendimento (machine learning) risponde a titolo contrattuale degli eventuali danni causati dal sistema ove non dimostri di aver adottato con diligenza qualificata le misure idonee, tra le quali la preventiva comunicazione al cliente dell’utilizzo di tale sistema e la verifica ex post del corretto operato del sistema stesso. In ogni caso, ove il software sia difettoso e il danno sia la conseguenza dell’uso del sistema informatico e robotico, la cd. responsabilità da algoritmo ricade sul produttore e, se diverso, sul soggetto inventore dell’algoritmo.
Loadingcollect! ☆

Deep fake, CEO fraud e pagamento a creditore inesistenteSynopsis

Il contratto di mandato, conferito all’amministratore delegato di una società commerciale capogruppo dall'amministratore delegato di una società controllata tramite sistema robotico imitativo dell'identità del medesimo (deep fake), è valido ove sia applicabile il principio dell’apparenza del diritto. La società capogruppo che non abbia impedito l’accesso abusivo e lo sfruttamento a fini fraudolenti dei suoi sistemi da parte di un software generatore di deep fake, è responsabile dei danni patrimoniali causati dalle iniziative contrattuali provenienti dalla stessa, nel caso non riesca a provare la previa adozione di un adeguato modello di fraud governance comprensivo di policy e codici etici o di condotta rivolti al personale interno, alle società controllate e a tutti i soggetti terzi con cui la capogruppo comunque entra in contatto.
Loadingcollect! ☆

Libertà di informazione in Internet e diritto globale all’oblio telematicoSynopsis

Un cittadino dell'Unione europea può ottenere da un motore di ricerca telematico la deindicizzazione o la cancellazione globale dei propri dati personali, esercitando il cd. diritto all’oblio, qualora le informazioni pubblicate sul web siano da ritenersi non pertinenti, irrilevanti, inattuali e lesive della dignità umana dell’interessato, anche se persona nota, e ove il diritto alla informazione del controinteressato non debba prevalere in base all’interesse pubblico delle circostanze divulgate.
Loadingcollect! ☆

Smart contract e premio assicurativo variabileSynopsis

In un contratto di assicurazione con premio variabile stipulato tramite smart contract ad esecuzione automatica, il mero ritardo della comunicazione dei dati che determinano la parte variabile, anche se causato da un difetto del sistema informatico, non è causa di risoluzione del contratto né di sospensione della garanzia assicurativa, ove tale ritardo sia giustificato dal principio di buona fede contrattuale dell'assicurato.